26 GENNAIO 2023, ORE 19:00: A.N.M.I. MILANO, CONFERENZA “PUNTO NAVE SULLA TRATTA DEGLI SCHIAVI TRA AFRICA E MEDITERRANEO”

26 GENNAIO 2023, ORE 19:00: A.N.M.I. MILANO, CONFERENZA “PUNTO NAVE SULLA TRATTA DEGLI SCHIAVI TRA AFRICA E MEDITERRANEO”

In data 26 gennaio 2023, presso la sede dell’Associazione Nazionale Marinai d’Italia, ospite del Centro Studi Sinergie, Civitas terrà la conferenza dal titolo “Punto nave sulla tratta degli schiavi tra Africa e Mediterraneo”. Qui le coordinate GPS per raggiungere la sede: http://Viale Gorizia, 9, 20144 

23 GENNAIO 2023: INCONTRO CON GLI ALLIEVI DELL’ISTITUTO TECNICO CARLO CATTANEO

23 GENNAIO 2023: INCONTRO CON GLI ALLIEVI DELL’ISTITUTO TECNICO CARLO CATTANEO

Civitas incontrerà il 23 gennaio 2023 gli allievi dell’ISTITUTO TECNICO “CARLO CATTANEO”, in Piazza Vetra n. 9. L’incontro avrà come titolo: “Diritti Umani e Tutela dei Migranti: il punto nave sulla rotta degli schiavi nel XXI secolo”.

OCEAN VIKING A MARSIGLIA: NON SI È ANCORA RAGGIUNTO IL PUNTO

OCEAN VIKING A MARSIGLIA: NON SI È ANCORA RAGGIUNTO IL PUNTO

Le recenti discussioni sulla Ocean Viking, al di là della modestia dei toni e dei contenuti, dimostrano che sul tema della rotta mediterranea non si sia ancora raggiunto il punto, ovvero che non si verte semplicemente di immigrazione clandestina e di violazione delle frontiere, ma 

LA TRATTA TRA “ER BLOCCO NAVALE A LA VACCINARA” ED INSALATE DI (DIRITTO DEL) MARE

LA TRATTA TRA “ER BLOCCO NAVALE A LA VACCINARA” ED INSALATE DI (DIRITTO DEL) MARE

Le prime prove cui è stato sottoposto il governo Meloni in tema di immigrazione clandestina manifestano ancora una volta i limiti della demagogia e della sottovalutazione dello studio. Dopo ripetute promesse di attuare un blocco navale nei confronti non si sa bene di chi (trafficanti, 

27 ottobre 2022, COMUNICAZIONE AL CONVEGNO “la nuova geografia: gestione delle crisi e della sicurezza nel mondo che verrà”

27 ottobre 2022, COMUNICAZIONE AL CONVEGNO “la nuova geografia: gestione delle crisi e della sicurezza nel mondo che verrà”

Il giorno giovedì 27 ottobre 2022, alle ore 15:00 presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, Cripta Aula Magna, in Milano, Largo Gemelli n. 1 il Presidente dell’Associazione Civitas, Giuseppe Pellegrino, parteciperà come relatore al Convegno “La Nuova Geografia: gestione delle crisi e della 

PROCURA DI LECCE: DEPOSITATA L’OPPOSIZIONE ALLA RICHIESTA DI ARCHIVIAZIONE

PROCURA DI LECCE: DEPOSITATA L’OPPOSIZIONE ALLA RICHIESTA DI ARCHIVIAZIONE

In data odierna, Civitas ha provveduto a depositare presso la Procura della Repubblica di Lecce l’opposizione alla richiesta di archiviazione. La richiesta è consultabile qui e l’opposizione di Civitas qui.

PROCURA DELLA REPUBBLICA DI LECCE: RICHIESTA DI ARCHIVIAZIONE

PROCURA DELLA REPUBBLICA DI LECCE: RICHIESTA DI ARCHIVIAZIONE

In qualità di persona offesa dal reato, Civitas ha ricevuto, in data 11 luglio 2022 la comunicazione da parte della Procura della Repubblica di Lecce della richiesta di archiviazione formulata dal P.M. Di Nozza, titolare dei fascicoli aperti a seguito delle denunce presentate presso la 

REFERENDUM DEL 12 GIUGNO, LA PRIMA RAGIONE PER UN SÌ: LA NATURA OBBLIGATORIA DEI POTERI A GARANZIA DELL’INDIPENDENZA DELLA MAGISTRATURA

REFERENDUM DEL 12 GIUGNO, LA PRIMA RAGIONE PER UN SÌ: LA NATURA OBBLIGATORIA DEI POTERI A GARANZIA DELL’INDIPENDENZA DELLA MAGISTRATURA

Il nostro Ordinamento prevede due modelli di organizzazione: quello riservato al Potere esecutivo, caratterizzato da discrezionalità nell’azione ed organizzazione piramidale e quello riservato all’Ordine giudiziario, caratterizzato da indipendenza dei singoli membri, ma da obbligatorietà dei poteri.Per quanto concerne l’Esecutivo, l’art. 95 della Costituzione dispone: “Il 

REFERENDUM GIUSTIZIA 12 GIUGNO 2022: LE RAGIONI PER UN SÌ AI REFERENDUM

REFERENDUM GIUSTIZIA 12 GIUGNO 2022: LE RAGIONI PER UN SÌ AI REFERENDUM

La Costituzione fissa due temi fondamentali in materia di giurisdizione: l’autonomia e l’indipendenza della magistratura da ogni altro potere e la soggezione dei giudici soltanto alla legge. Il tema istituzionale dell’autonomia e dell’indipendenza si collega a quello etico della libertà dell’individuo che si veda investito